500 euro per ogni badante…o 500 euro per ogni vecchina?

Tira e molla. Altro che strategia.

E stiamo parlando di circa 200-300 mila persone: tutte “appese” all’accordo per rimediare al pacchetto sicurezza.

Prima gli slogan..poi, semmai, ci si ripensa.

L’articolo del Sole24ore sembra racontare meglio di altri i vari tentennamenti: si perchè il progetto di legge prevede che  “…ci vorranno 500 euro per regolarizzare la posizione dell’immigrato irregolare. Il datore di lavoro, nei soli casi di impiego per i servizi alla persona e alla famiglia, dichiarerà allo Stato – e otterrà una sorta di condono contributivo, previdenziale e fiscale – l’attività svolta dallo straniero, ma anche dall’italiano.
Il provvedimento in arrivo, infatti, riguarderà anche i lavoratori italiani e comunitari. Per i clandestini, però, l’ok è concesso a condizione che siano entrati in Italia non oltre i tre mesi precedenti all’entrata in vigore della legge“.

Quindi più che di regolarizzazione si parla di emersione di lavoro nero.

“Con il pagamento dei 500 euro è prevista la non punibilità del lavoratore in nero e del suo datore di lavoro, trattandosi di una vera e propria emersione di attività sommerse. … Resta da capire se potrà essere evitato che si regolarizzi con la semplice dichiarazione e il forfait anche chi non ha mai svolto lavori domestici”.

Lascia una Risposta