Anche questi suoni non hanno confini

“Quella che vedete in questo video si chiama Sunbox ed è l’installazione che Craig Colorusso, un musicista e artista americano di cui si sa molto poco, ha costruito nel deserto. Si tratta di dozzine di scatole di legno contenenti un meccanismo che fa suonare dei loop di chitarra alimentati da pannelli solari.

Ognuno dei loop contenuto nelle scatole è di lunghezza differente, in tal modo la struttura della composizione creata dalla loro interazione continua a variare per sottrazione o addizione di nuovi elementi all’interno di un loop continuo. Ma non solo, infatti lo spettatore attraversando il campo disseminato di scatole, si rende conto di come al suo interno la percezione del suono e della composizione vari secondo le coordinate spaziali creando un’esperienza diversa e unica per ogni fruitore.

Ovviamente, trattandosi di meccanismi alimentati a energia solare, quando si fa sera questi smettono di suonare, adeguandosi al silenzio del deserto, per riprendere al mattino dopo con intensità crescente a seconda della posizione del sole”.

Da qui.

Lascia un Commento